Venerdì, 11 Dicembre 2015 13:01

Anticipata occupazione di aree del demanio marittimo o del mare territoriale

Il cittadino interessato all'anticipata occupazione di aree del demanio marittimo presenta domanda al servizio Sviluppo dell'economia ittica e produzioni animali sul Modello D5 del Sistema Informativo del Demanio Marittimo.

La domanda dev'essere in regola con la disciplina sull'imposta di bollo, attualmente occorre una marca da bollo di 16,00 euro.

Qualora ne riconosca l'urgenza, la Regione Puglia può consentire, previa cauzione, l'immediata occupazione e l'uso di beni del demanio marittimo, nonché l'esecuzione dei lavori necessari, a rischio del richiedente, purché questo si obblighi ad osservare le condizioni che saranno stabilite nell'atto di concessione. Se la concessione è negata, il richiedente deve demolire le opere eseguite e rimettere i beni nello stato precedente (articolo 38 del Codice della navigazione, regio decreto 30 marzo 1942, n. 327).

Alla Regione compete anche l'approvazione dell'atto di concessione finale (articolo 35 del Regolamento del codice della navigazione, decreto del Presidente della Repubblica 15 febbraio 1952, n. 328).